Senigallia, due donne travolte e uccise fuori dalla discoteca: l’investitore è positivo all’alcoltest

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Gennaio 2020 10:35 | Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio 2020 18:18
Elisa Rondina

Elisa Rondina, una delle due donne investite a Senigallia (foto Facebook)

SENIGALLIA (ANCONA) – Due donne sono state investite e uccise nella notte tra domenica 5 gennaio e lunedì 6 sulla strada provinciale 360 “Arceviese”, a Senigallia, provincia di Ancona. Si tratta di due donne di Pesaro, di 34 e 43 anni che erano appena uscite dalla discoteca “Megà”.

Camminavano a bordo strada quando sono state travolte da un’auto condotta da un uomo del posto, risultato positivo all’alcoltest, che è stato arrestato dalla polizia stradale di Ancona intervenuta sul posto assieme al 118.

ll fatto è avvenuto tra le 4 e le 5, tra Bettolelle e Casine di Ostra: le due donne stavano probabilmente raggiungendo la loro automobile, quando sono state travolte dal mezzo in transito e sono state sbalzate a qualche metro di distanza. Sarebbe stato lo stesso investitore a chiamare i soccorsi, risultati però inutili: i corpi sono stati recuperati su un campo ai margini della strada. Sul luogo i vigili del fuoco, il 118 e la polizia stradale.

E per colpa dell’alcol alla guida, in Italia si continua a morire. La notte prima, sei turisti tedeschi sono stati investiti in Alto Adige dal 27enne Stefan Lechner che è stato trovato con un tasso alcolemico pari a 1,95 grammi di alcol/litro, ossia quattro volte oltre il limite consentito. 

Senigallia, chi erano le due donne travolte  fuori dalla discoteca

Si chiamavano Sonia Farris, di 34 anni, e Elisa Rondina, di 43, le due donne travolte e uccise  nei pressi di una discoteca lungo la strada provinciale ‘Arceviese’ nel territorio di Senigallia. Farris era una parrucchiera di Fano, Rondina, anche lei fanese, era docente presso l’istituto comprensivo di Montefelcino (Pesaro Urbino).

Fonte: Ansa