Sequestro record a Lecce: quasi 5 quintali di marijuana

Pubblicato il 1 Gennaio 2010 16:17 | Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio 2010 16:17

Quasi cinque quintali di marijuana con molta probabilità provenienti dall’Albania sono stati rinvenuti dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Lecce nelle acque di Castro Marina. Almeno dieci i borsoni ,contenenti la sostanza stupefacente divisi in numerosi panetti, che sono stati visti galleggiare nelle acque della costa adriatica.

Tre giorni fa nei pressi delle marine di Melendugno i finanzieri sequestrarono un gommone, probabilmente usato per traffico di droga, abbandonato sulla costa perché aveva subito quei danni; da quel giorno gli uomini delle fiamme gialle hanno posto in essere un attento servizio di controllo della zona anche con l’impiego delle unità navali ed aeree del reparto operativo aeronavale di Bari.  Ieri pomeriggio, intorno alle 15, un elicottero della finanza ha visto i borsoni galleggiare. Nonostante le condizioni proibitive del mare che era molto agitato, i militari hanno preso un gommone da Otranto e lo hanno portato a Castro via terra, per poi metterlo in acqua e recuperare la droga.

È stato rinvenuto anche un borsone dove gli scafisti mettono gli indumenti di ricambio, dato che preoccupa gli investigatori perché farebbe presumere un ipotetico naufragio. Da ieri sera e per tutta la notte sono proseguiti i controlli dei finanzieri con le unità navali e gli elicotteri per cercare di capire la provenienza della marijuana.