Sergio Mascheroni, morto ex preparatore del Milan in incidente di caccia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Ottobre 2019 19:42 | Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre 2019 19:42
Sergio Mascheroni milan crotone morto

Sergio Mascheroni, preparatore atletico del Crotone ed ex del Milan

ROMA – Sergio Mascheroni, ex preparatore atletico del Milan di Ancelotti, è morto a 43 anni il 2 ottobre in un incidente di caccia. Il preparatore atletico del Crotone si trovava sulle montagne della valle Antrona, nella provincia piemontese del Verbano-Cusio-Ossola.

Mascheroni, che in passato è stato preparatore anche del Milan oltre che del Foggia, è precipitato per una quarantina di metri in un canalone. Con lui c’era anche il padre. L’incidente nella zona di Cheggio, un alpeggio che si trova a oltre 1500 metri nel territorio del Comune di Antrona Schieranco. Il corpo è stato recuperato dalle squadre del soccorso Alpino e dai militari del SAGF della Guardia di finanza di Domodossola.

Il Milan su Twitter ha salutato così Mascheroni: “A gennaio, colui che per sempre sarà il nostro caro e dolce Sergio Mascheroni avrebbe compiuto 44 anni. Da preparatore atletico del Milan, dal 2002 al 2016, ha vinto tutto quello che era possibile vincere. Un immenso abbraccio alla sua famiglia. Ciao Sergio”.

Anche il presidente del Crotone Gianni Vrenna ha espresso cordoglio per la famiglia in una nota: “Non riusciamo a credere a quanto accaduto non ci sono parole, proviamo tanto dolore e sgomento. In un momento così triste il nostro pensiero va alla famiglia di Sergio. Siamo attoniti, senza parole e non riusciamo ad esprimere tutto il nostro dolore. Ci stringiamo tutti alla famiglia di Sergio. Il presidente, il direttore generale, i calciatori, i dipendenti e tutta la società piangono Sergio, uomo straordinario, professionista eccezionale”.

La Lega Serie B in una nota ha mandato le condoglianze alla famiglia e al club: “Alla famiglia di Mascheroni e a tutto il Crotone vanno le più sentite condoglianze da parte del presidente Balata e di tutta la Lega B”. (Fonte ANSA, Leggo e Twitter)