Shorts, ragazze e donne dal chirurgo per avere fianchi e gambe perfette

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2013 10:54 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2013 10:55
Shorts, ragazze e donne dal chirurgo per avere fianchi e gambe perfette

Belen Rodriguez in shorts (Foto LaPresse)

ROMA – La moda impone gli shorts? Le ragazze e le donne allora corrono dal chirurgo per avere fianchi e gambe perfette. Se non perfette, almeno “accettabili” per poter indossare i cortissimi pantaloncini che la moda ha lanciato come il capo più trendy dell’estate e dell’autunno.

Se avere un paio di shorts nell’armadio è d’obbligo, poco importa se di jeans o tessuto, a vita alta e coloratissimi, non tutte le donne, giovani e meno giovani, hanno il fisico adatto per sfoggiarli. Fianchi troppo tondeggianti o glutei e gambe abbondanti possono però essere “limati” con la chirurgia estetica. E così è boom di donne che si rivolgono al chirurgo, spiega Giulio Basoccu, chirurgo estetico, responsabile della Divisione di Chirurgia Plastica Estetica e Ricostruttiva dell’Ini, a Elena Panarella de Il Messaggero:

“«La moda dei pantaloncini corti ha invaso non solo le località di mare ma anche le città». Si tratta però di «un capo di abbigliamento che non è per tutte – sottolinea il chirurgo – i pantaloncini molto corti mettono in mostra gambe e parte dei glutei. Quindi per poterli indossare senza sentirsi in imbarazzo per fianchi troppo evidenti o accumuli di grasso e cellulite, molte giovani donne, la maggior parte tra i 20 e i 35 anni, ma anche appena diciottenni in questi mesi hanno fatto la fila negli studi dei chirurghi estetici»”.

Interventi più o meno invasivi, mini liposuzioni e ritocchini per poter indossare senza paranoie o complessi gli adorati shorts senza l’effetto “salsicciotto”. Se la moda li impone, le star di tv e cinema hanno fatto degli shorts un capo “must have”:

“Ce n’è per tutti i gusti (e gambe): eleganti, dal taglio maschile, morbidi e casual. Si indossano dal cocktail party all’incontro più formale. Sempre più in voga tra le star, Ilary Blasi e Alessia Marcuzzi li sfoggiano come fossero abiti da sera anche in manifestazioni ufficiali. L’importante è che siano corti, anzi cortissimi”.

Dal mare alla città, gli shorts sopravvivono alla stagione estiva e diventano il capo trendy dell’autunno, specialmente tra le ragazzine, che non vi rinunciano nemmeno per andare a scuola. Un abbigliamento “disinvolto! che però non tutti i presidi degli istituti approvano e che molti sconsigliano. Mario Rusconi, a capo dell’associazione dei dirigenti scolastici di Roma, spiega a Il Messaggero:

“«Bisogna evitare paletti troppo stretti o misure repressive, che in genere sortiscono solo effetti controproducenti. Negli ultimi anni però molti presidi hanno deciso di varare circolari per un abbigliamento decoroso». Qualche esempio: «lo short, quando è davvero troppo “short”, troppo corto, non va bene. Si possono accettare i bermuda durante l’estate, eccezion fatta per i maturandi durante l’esame»”.

E ai ragazzi che si lamentano, l’Assopresidi risponde:

“I ragazzi devono capire che andare a scuola è diverso che andare a una festa