Si addormenta dopo un’orgia: marito pensa a una rapina e scopre la verità

Pubblicato il 25 Marzo 2010 23:09 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2010 15:57

Alcol, sesso extraconiugale, droga, ma poi una dormita che è stata fatale per una giovane sposa di Tarquinia, in provincia di Viterbo, che è stata così scoperta dal marito. Quest’ultimo, tornato all’improvviso, l’ha trovata a dormire nel letto matrimoniale, nuda, accanto ad un’amica e due sconosciuti.

Pensando ad un tentativo di rapina finito con una violenza sessuale, ha chiamato la polizia e ha scoperto la verità. La consorte, approfittando della sua assenza, aveva organizzato un festino a casa sua. Era tranquilla perchè sapeva che il coniuge non sarebbe rientrato che nella tarda mattinata del giorno successivo.

Dopo alcune ore di baldoria, lei e i suoi ospiti, un’amica e due uomini conosciuti poco prima in un ristorante, esausti, si sono addormentati.

Il marito, che per un disguido è rientrato prima del previsto, ha subito chiamato la polizia. Gli agenti intervenuti, hanno trovato tracce di cocaina e marijuana consumate nella nottata e una certa quantità non ancora utilizzata. Hanno così interrogato i partecipanti al festino scoprendo che la droga era stata procurata dalla padrona di casa e che lei stessa l’aveva offerta agli ospiti per «scaldare» l’atmosfera.

La donna così è stata denunciata per detenzione e cessione di sostanze stupefacenti. Il marito, esterrefatto e incredulo, ha dichiarato di aver chiamato la polizia perchè vedendo i quattro corpi nudi sul letto e la casa in disordine aveva pensato a un tentativo di rapina finito in violenza sessuale.