Siderno: aggredisce poliziotti. Lo avevano fermato perché aveva un cane con corda al collo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 gennaio 2019 9:33 | Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2019 9:33
Siderno (Reggio Calabria): aggredisce poliziotti. Lo avevano fermato perché aveva un cane con corda al collo

Siderno: aggredisce poliziotti. Lo avevano fermato perché aveva un cane con corda al collo (foto d’archivio Ansa)

SIDERNO – Ha tentato di aggredire i poliziotti, per questo gli agenti di Siderno (Reggio Calabria) hanno arrestato un 50enne del posto responsabile dei reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, rifiuto di indicazioni sulla propria identità e maltrattamento di animali.

I poliziotti erano intervenuti a seguito di una segnalazione di un cittadino che ha dichiarato di aver assistito ad un episodio di maltrattamento di animali. Sul luogo indicato gli agenti hanno notato un uomo che teneva un cane in braccio, legato al collo con una corda. L’uomo, alla richiesta di fornire i documenti personali, ha cominciato ad agitarsi, opponendo resistenza durante il controllo e aggredendo i poliziotti, tanto da costringerli ad ammanettarlo.

L’aggressore è stato accompagnato negli uffici del commissariato dove è stato compiutamente identificato e messo a disposizione della magistratura per i fatti in argomento. Il cane, privo di qualsiasi segno di riconoscimento e di chip, dopo gli opportuni accertamenti sanitari, è stato affidato ad un’associazione che si occupa di animali randagi a Bovalino.