Siena, video in chat della donna suicida dalla Torre del Mangia: si indaga per omissione di soccorso

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Novembre 2019 15:43 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2019 15:43
La Torre del Mangia in piazza del Campo a Sien

La Torre del Mangia in piazza del Campo a Siena (Foto Ansa)

SIENA – La Procura di Siena indaga per omissione di soccorso in relazione al video, circolato su alcune chat, che mostra il suicidio di una donna di 35 anni, madre di due figli, che venerdì 22 novembre si è gettata dalla Torre del Mangia in Piazza del Campo a Siena. La donna, dopo aver lasciato un biglietto di addio, è precipitata dalla sommità della Torre, alta 88 metri, accessibile per le visite turistiche. Molte persone in quel momento erano presenti in piazza del Campo e hanno assistito al suicidio. 

Alcune ore dopo ha iniziato a circolare su alcune chat un video che mostra la salma della donna, originaria di Padova ma da tempo residente nella provincia di Siena. Per questo la procura di Siena ha ordinando accertamenti disponendo “uno stralcio della particolare vicenda dal fascicolo” relativo al suicidio, in relazione “a una ipotesi di reato collaterale, quella di ‘omissione di soccorso‘”.

Degli accertamenti sono stati incaricati i carabinieri, dai quali la procura ha già acquisito “la prima notizia riguardante la diffusione” del video, e la polizia postale. I carabinieri, conclude la nota, “stanno già raccogliendo le immagini di tutte le telecamere pubbliche e private che abbiano potuto inquadrare la persona che ha ripreso e diffuso il video in questione”.

Il messaggio del sindaco

Duro il commento del sindaco, Luigi De Mossi, in merito al filmato: “Non facciamo riferimento ad altri comportamenti – si legge in un comunicato del Comune – che hanno offeso tutta la città per non unire in questo comunicato persone che non meritano di essere poste sullo stesso piano della famiglia colpita dal grave lutto”. Nel comunicato Comune e cittadinanza esprimono “le condoglianze alla famiglia e ai piccoli figli della giovane donna per la disgrazia avvenuta in piazza del Campo. “Nell’esprimere sentimenti di affetto e la disponibilità per qualunque necessità dovesse occorrere, in questo momento così triste – aggiunge De Mossi – si deve anche sottolineare e ringraziare la professionalità e la tempestività degli operatori sanitari e delle forze dell’ordine tutte che nell’immediatezza, insieme al Signor Questore, sono giunti sul posto coordinandosi e collaborando in modo esemplare”. (Fonte: Ansa)