Siffredi si difende: “Non sono un evasore, dal ’97 vivo in Ungheria”

Pubblicato il 24 Giugno 2010 20:18 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2010 20:34

Rocco Siffredi

”Non sono un evasore fiscale ne’ ho residenza fittizia all’estero”. Rocco Siffredi si difende dalle accuse di evasione fiscale che derivano dagli ultimi accertamenti della Guardia di finanza. E da’ la sua versione dei fatti. ”Dal 1997 vivo in Ungheria e sono residente li’. I miei bambini vanno a scuola a Budapest – spiega -. Ma il Comune di Ortona ci ha messo 4 anni a trasferire la residenza. Quindi mi sono ritrovato ad avere una doppia residenza, senza neppure rendermene conto. Il Comune di Ortona ha fatto anche un certificato retroattivo, con tanto di scuse, ma non e’ servito”.

Siffredi spiega inoltre di aver gia’ firmato un accordo con l’Agenzia delle Entrate, versando le somme dovute per il 2002 e il 2003. ”L’ho fatto per quieto vivere, perche’ voglio poter tornare in Italia, a Ortona, il mio paese, a testa alta e quando voglio. E saldero’ quello che devo anche per il 2004 e il 2005, c’e’ gia’ un accordo. Ma non perche’ sono un evasore. L’unico errore che ho fatto, probabilmente, e’ non fare tutte le verifiche e fidarmi di alcuni consigli sbagliati”.