Sigaretta elettronica esplode in tasca, guardia giurata ferita: “Pensavo fosse la pistola”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Settembre 2019 14:26 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2019 14:27
Sigaretta elettronica esplode tasca

Foto archivio ANSA

ROMA – Ha sentito un’esplosione che gli ha provocato ferite a coscia, mano e genitali. La vittima è una guardia giurata di 51 anni a cui è esplosa in tasca una sigaretta elettronica mentre era al parco Albanese di Mestre.

L’uomo pensava che fosse esplosa la sua pistola, invece le ustioni che lo hanno costretto al ricovero nel reparto per Grandi Ustionati di Padova venivano proprio dalla e-cig che aveva in tasca, deflagrata per un sovraccarico o per un contatto elettrico.

Secondo quanto riportato dal Gazzettino, in un primo momento il 51enne nel parco pensava di essersi sparato con la pistola d’ordinanza per sbaglio. A esplodere però sarebbe stata la la sigaretta elettronica che aveva in tasca e su cui aveva poggiato sopra la mano. 

L’uomo è stato soccorso e ricoverato all’ospedale di Mestre, poi data la gravità delle lesioni è stato trasferito a Padova nel reparto Grandi Ustionati. La guardia giurata ha riportato ustioni sull’11% del corpo, concentrate nella zona inguinale e della gamba. 

Questo non è il primo incidente provocato da una e-cig. Un ragazzo di 25 anni era rimasto ferito nel novembre 2018 a una gamba a Tarcento, in provincia di Udine, proprio dalla sigaretta elettronica che aveva in tasca. In Texas invece un uomo è stato ucciso dall’esplosione della sigaretta mentre stava fumando, con un frammento che gli recise la carotide. (Fonte Il Gazzettino)