Silvio Muccino a processo, l’accusa: “Diffamò il fratello Gabriele”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 maggio 2019 13:40 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2019 13:45
Silvio Muccino a processo, l'accusa: "Diffamò il fratello Gabriele"

Silvio Muccino a processo, l’accusa: “Diffamò il fratello Gabriele”

ROMA – I fratelli Muccino finiscono in tribunale. Per l’esattezza il più piccolo, Silvio è stato rinviato a giudizio per presunta diffamazione ai danni del fratello più grande, il regista Gabriele. Il processo avrà inizio il 24 gennaio 2020, dinanzi al Tribunale monocratico di Roma.

Offensive della reputazione e dell’onore di Muccino senior, sarebbero state le parole pronunciate da Silvio, ospite il 3 aprile del 2016 in una trasmissione televisiva. I quell’occasione l’attore descrisse il fratello, non presente, “come persona violenta per avere colpito nel 2012 con uno schiaffo la moglie Elena Majoni perforandole il timpano”.

“La decisione del giudice rappresenta un primo passo verso l’accertamento della verità a fronte di quanto era stato diffuso davanti a milioni di telespettatori nei confronti del mio assistito”, si è limitato a commentare l’avvocato Carlo Longari, legale di parte civile di Gabriele Muccino. (Fonte: Agi)

5 x 1000