Simona D’Allacqua, è ancora grave la madre dei 2 bimbi morti a Brancaleone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 agosto 2018 10:10 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2018 10:10
Simona Dall'Acqua, è ancora in gravi condizioni la madre dei 2 bimbi morti a Brancaleone

Simona Dall’Acqua, è ancora grave la madre dei 2 bimbi morti a Brancaleone (foto d’archivio Ansa)

BRANCALEONE – E’ ancora in condizioni molto gravi Simona Dall’acqua, la donna di 49 anni investita ieri pomeriggio a Brancaleone da un treno regionale mentre attraversava i binari per andare al mare assieme ai due figli di 6 e 12 anni, Giulia e Lorenzo, che sono morti entrambi. La donna, che é ricoverata nel reparto di Rianimazione del “Grande ospedale metropolitano” di Reggio Calabria, é ancora in coma [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

La sera dell’incidente è stata sottoposta ad un intervento chirurgico protrattosi per alcune ore. La madre delle due vittime dell’incidente ha riportato un grave trauma cranico e fratture multiple. Le sue condizioni sono definite dai medici “gravissime”. Più tardi la donna sarà riportata in sala operatoria per la stabilizzazione delle numerose fratture che ha subito.

Stavano camminando per andare al mare. Quando si sono trovati vicino ai binari, la piccola di 6 anni sarebbe improvvisamente sfuggita di mano alla madre che l’ha rincorsa con l’altro figlio senza accorgersi che proprio in quel momento stava arrivando il treno regionale partito da Reggio Calabria e diretto a Catanzaro Lido che ha travolto il gruppo familiare, uccidendo sul colpo i due bambini.

È questa la prima ricostruzione del terribile incidente ferroviario avvenuto ieri pomeriggio, 8 agosto, e costato la vita ai due piccoli di 12 e 6 anni, Lorenzo e Giulia Pipolo, e il ferimento grave della loro mamma Simona, 49enne. La donna sarebbe stata costretta  ad inseguire la figlia per raggiungerla e farla allontanare dai binari insieme al figlio ma in quel momento è avvenuto l’impatto letale col treno.