Simona Hosquet, uccisa dalla valanga: fu prima soldatessa guida alpina

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2014 12:49 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2014 12:59
Simona Hosquet

Simona Hosquet

AOSTA – Doveva tirare la maniglia dello zaino airbag per salvarsi dalla valanga. Simona Hosquet, caporal maggiore scelto, prima donna dell’esercito a vestire la divisa da guida alpina, non ha fatto in tempo.

La valanga l’ha travolta mentre accompagnava due clienti svedesi sui monti della Valtournenche. E’ morta mentre la trasportavano in ospedale con un elicottero. Scrive il Corriere della Sera:

Una ragazza sportiva, con un passato da fondista e una passione sfrenata per l’alpinismo: nel 2011 aveva firmato la prima ripetizione femminile italiana della «mitica» via Bonatti sulla parete nord del Cervino. E poi scalate sulle Ande e nel massiccio del Monte Bianco. Cordoglio è stato espresso dal ministro della Difesa, Mario Mauro, e dal capo di stato maggiore dell’Esercito, Claudio Graziano.

«Ero dietro il suo gruppo – racconta Roberto Rossi, esperta guida alpina del Cervino, al Corriere della Sera – e ho visto venire giù tutto. Una valanga gigantesca, con un fronte di 400 metri, come se ne vedono raramente. È crollata la montagna».

I due clienti sono rimasti feriti ma non in modo grave.

«Con l’Arva – spiega Rossi – abbiamo subito individuato dove erano i due sepolti. Lei era sotto un metro di neve. Sembrava avesse diversi traumi a una gamba, il suo viso era già cianotico».

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other