Simona Riso uccisa: a caccia del video che ha ripreso il killer

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2013 13:30 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2013 13:30
Simona Riso uccisa: a caccia del video che ha ripreso il killer

Simona Riso uccisa: a caccia del video che ha ripreso il killer

ROMA – Simona Riso è stata uccisa a Roma il 31 ottobre. “Mi hanno picchiata e violentata”, ha detto Simona prima di spegnersi nell’ospedale San Giovanni, dove era stata soccorsa. Ora gli inquirenti girano tra via Gallia e via Iberia, a Roma, a caccia delle telecamere che potrebbero aver ripreso il killer della ragazza. Per ora infatti il pm Attilio Pisani ha aperto un’inchiesta con l’accusa di omicidio volontario, ma che rimane contro ignoti.

La mattina del 4 novembre gli agenti tornato in via Urbisaglia, dove Simona è stata trovata in stato di shock e ferita, per poter trovare nuovi elementi e ricostruire l’aggressione che ha portato alla morte della ragazza. Se inizialmente infatti la sua morte era sembrata un suicidio, l’autopsia ha confermato che di omicidio si è trattato.

Anche se l’accertamento autoptico ha escluso segni di violenza sessuale e segni di difesa, il tipo di fratture riportate da Simona fa propendere per la pista del delitto. Gli inquirenti vogliono poi accertare se il luogo dell’eventuale aggressione sia lo stesso in cui è stata trovata la ragazza.

Gli inquirenti visionano le riprese delle telecamere di sorveglianza della via dove è stata ritrovato il corpo in fin di vita di Simona Riso. Sopralluogo del pm nell’appartamento della ragazza

Nicola Riso, fratello di Simona, da subito aveva parlato di omicidio: “Aveva la maglietta alzata, come se qualcuno avesse cercato di spogliarla”, ha raccontato per poi aggiungere che il killer sarebbe “uno psicopatico che mia sorella conosceva”.

Ora i pm cercano tra le vie vicine al luogo del delitto una telecamera di sorveglianza che possa aver ripreso il killer di Simona e dia nuovi indizi per far luce sul suo omicidio.