Simone Rispoli, il calciatore si è tolto la vita impiccandosi in un parco di Ravenna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 febbraio 2018 15:16 | Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2018 15:17
Simone Rispoli (foto da ravennaedintorni.it)

Simone Rispoli (foto da ravennaedintorni.it)

RAVENNA – Simone Rispoli, 38 anni, ex calciatore del Ravenna, si è tolto la vita impiccandosi all’interno del parco Mendez. Il corpo del calciatore è stato trovato da un passante ieri, mercoledì 7 febbraio.

Nato a Russi, in provincia di Ravenna, Simone Rispoli fu uno dei protagonisti della promozione del Castellarano in Dilettanti. Passato al Ravenna, Rispoli aiutò la squadra a risalire in Eccellenza.

“Era un ragazzo che aveva un animo davvero buono, lo dicevano i suoi occhi” dicono ora gli amici.

“Come calciatore penso che il suo talento ‘sprecato’ fosse noto a tutti – racconta Riccardo Innocenti, ex compagno di squadra del fantasista 38enne faentino – Conoscevo Simone da più di 20 anni, da quando io giocavo a Russi e lui, più giovane, giocava con mio fratello nella squadra dei ragazzi; poi ci siamo ritrovati a giocare insieme nel Ravenna tre anni fa. Era conosciuto da tutti in Romagna e aveva tantissimi amici, ma nonostante questo ho sempre creduto che si fosse sempre sentito terribilmente solo. Poi è diventato papà e ha trovato una bravissima compagna, così ho iniziato a credere che non si sarebbe mai più sentito solo… Evidentemente tutti noi, conoscenti e amici, non siamo stati in grado di capirlo o aiutarlo per ciò di cui aveva realmente bisogno, certo non di cose non materiali”.