Siracusa. Foti e Marrotta non rispondono ai Pm sulle estorsioni

Pubblicato il 6 Febbraio 2012 - 14:02 OLTRE 6 MESI FA

SIRACUSA – Si sono avvalsi della facolta' di non rispondere l'ex sottosegretario al tesoro Gino Foti e l'imprenditore Giuseppe Marotta, arrestati dai carabinieri nell'ambito dell'inchiesta della Procura della Repubblica denominata ''Oro blu'' sulla gestione del servizio idrico in provincia di Siracusa.

Foti ha scelto di non rispondere alle domande del gip del Tribunale di Siracusa Vincenzo Panebianco, che ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari.

L'accusa nei loro confronti e' di tentata estorsione per aver fatto pressioni e minacce per assunzioni in Sai 8, la societa' che gestisce il servizio idrico integrato, e per l'affidamento di appalti.Presenti in udienza anche i sostituti procuratori Marco Bisogni e Delia Boschetto.