Siria Reale, promessa del pattinaggio, è morta di tumore a 14 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2018 13:46 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2018 13:46
La pattinatrice Siria Reale è morta di tumore a 14 anni

(Foto d’archivio)

PESCARA  –  “Ho combattuto fino alla fine, adesso vedila come un film”: Siria Reale è morta lasciando quest’ultimo messaggio. La promessa del pattinaggio sul ghiaccio aveva solo 14 anni, ma è stata stroncata da un tumore.

Siria è mancata lo scorso sabato nel reparto di Oncologia Pediatrica dell’ospedale di Pescara, dove era ricoverata per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Nonostante la tragedia che l’aveva colpita così giovane, però, Siria non aveva mai perso la speranza e la voglia di combattere.

Siria, originaria di Siri (Teramo), aveva ricevuto la diagnosi nell’estate del 2016. Aveva fatto i controlli medici dopo che, banalmente, durante un allenamento si era accorta di avere qualcosa sotto un polpaccio. Pensava si trattasse di una cisti, invece era un sarcoma alveolare.

Era iniziato allora un lungo e doloroso percorso fatto di visite e terapie. Si era anche sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e a diversi cicli di chemioterapia, racconta Fanpage, e anche quando le sue condizioni si erano aggravate aveva continuato a frequentare a distanza la scuola, l’istituto commerciale di Montesilvano, con ottimi voti.

Siria, ha raccontato il padre al quotidiano Il Centro, “era stata operata a novembre dopo aver fatto varie chemioterapie. Abbiamo fatto di tutto per salvarla: ci siamo rivolti anche a Boston dove ci hanno chiesto addirittura 280mila euro in contanti senza darci certezza della guarigione. Dopo l’operazione sull’anca sinistra però il male si è ripresentato anche sulla gamba destra. Nonostante tutto, Siria non aveva perso tutte le speranze e non si era mai rassegnata”. Il suo ultimo messaggio postato su Facebook è stato di forza: “Ho combattuto fino alla fine adesso vedila come un film”.