Sisma Emilia: ritorno al lavoro alla ceramica Sant’Agostino

Pubblicato il 23 Maggio 2012 22:00 | Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2012 22:07

SANT'AGOSTINO (FERRARA), 23 MAG – La palazzina degli uffici ha ottenuto l'agibilita' e gia' oggi e' tornata al lavoro parte dei dipendenti della Ceramica Sant'Agostino, nell' omonimo comune del Ferrarese colpito dal sisma. Due di loro, Leonardo Ansaloni e Nicola Cavicchi, sono morti nella notte tra sabato e domenica sotto le macerie di un capannone.

Domani 24 maggio saranno una settantina gli addetti all'opera, e l'azienda prevede di farli rientrare man mano che le aree saranno dichiarate accessibili. ''Un risultato importante – rileva la societa' in una nota – e indicativo dello spirito di Ceramica Sant'Agostino, azienda piu' che mai determinata a ricominciare, forte dell'entusiasmo e della collaborazione dei propri dipendenti, direttamente coinvolti nel ripristino delle normali attivita' lavorative. Perche' la normalita' ritornera', come succede alle aziende che credono nel proprio lavoro''.

I danni subiti non sono ancora completamente stimabili, ma sono ''sicuramente molto ingenti''. Ceramica Sant'Agostino afferma di avere due obiettivi: ''garantire il lavoro ai 350 collaboratori, continuando ad essere una risorsa importante per il territorio, e portare avanti gli impegni presi con i clienti''.