Sofia Calliope Zilio uccisa dal cancro a 26 anni. Aveva raccontato la sua battaglia su Facebook

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 luglio 2018 14:36 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2018 14:36
Sofia Calliope Zillio uccisa dal cancro a 26 anni. Aveva raccontato la sua battaglia su Facebook

Sofia Calliope Zillio uccisa dal cancro a 26 anni. Aveva raccontato la sua battaglia su Facebook (foto da Facebook)

CADONEGHE (PADOVA) – Su Facebook aveva raccontato la sua battaglia contro il cancro, quell’osteosarcoma che l’aveva colpita undici anni fa, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] quando era solo una ragazzina di 15 anni. Ma Sofia Calliope Zilio non ce l’ha fatta.

La giovane di Cadoneghe (Padova) che sognava di diventare una ballerina è stata vinta da Morfeo: così chiamava il tumore alle ossa nei suoi post sulla pagina “Il mio, il nostro cammino”. L’ultimo risale al 5 luglio. “Eh sì, sono stata pessima, scriveva Sofia, lo so, non ho più scritto una parola, non so cosa mi stia succedendo. Poi non volevo scrivere sempre di brutte notizie… hanno rotto ‘ste brutte notizie. Comunque oggi ho interrotto il mio primo ciclo della nuova terapia, è andata molto meglio anche se la pastiglia la prendo tutti i giorni gli effetti collaterali sono molto più sopportabili”.

La giovane chiamava i suoi post “bagni di luce” per esorcizzare la malattia. “Alcuni giorni la meta sembra così distante, è fatica proseguire… cerchi di capire quale potrebbe essere la strada più corta. Il più delle volte non è sufficiente scegliere, bisogna soltanto aspettare… aspettare… far passare del tempo… per capire che forse non è la strada che fa così tanto la differenza ma con chi la vogliamo fare e con che spirito. Questo non sarà uno dei miei viaggi migliori certo… però posso scegliere come farlo proseguire”, scriveva in aprile.

Sofia non ce l’ha fatta: è morta il 30 luglio dopo che il tumore era arrivato al polmone. I funerali si terranno giovedì 2 agosto nella chiesa del quartiere Pontevigodarzere e chi ci sarà potrà lasciare un’offerta per quei bambini che Sofia era andata ad aiutare in Madagascar.