Cronaca Italia

Sofiya Melnik: tracce biologiche sospette nell’auto della donna scomparsa a novembre

Sofiya Melnik

Sofiya Melnik: tracce biologiche sospette nell’auto della donna scomparsa a novembre

CORNUDA (TREVISO) – Tracce biologiche sospette nell’auto. Gli accertamenti del Ris sono iniziati giovedì mattina, nei laboratori di Parma. È stato compilato l’elenco di tutti i reperti acquisiti la scorsa settimana a Cornuda  (Treviso) nella villetta di via Jona e nell’auto di Sofiya, la Renault Megane cabrio ritrovata il 28 novembre a Maser, e stilato un fitto calendario per l’effettuazione degli esami. Di particolare importanza sembrano essere proprio le tracce rinvenute nella macchina della 43enne ucraina scomparsa da più di un mese, per la precisione dallo scorso 15 novembre.

Gli investigatori del Ris, spiega Il Gazzettino, hanno infatti isolato dei reperti biologici tratti dalla tappezzeria dei sedili e dal cruscotto dell’autovettura. Ora saranno gli esami di laboratorio a stabilire di che cosa si tratti, contestualmente alla valutazione di alcuni oggetti ritrovati sempre dentro la Megane, che potrebbero non appartenere a Sofiya. I risultati degli esami si avranno entro un mese, più o meno lo stesso tempo che ci vorrà per conoscere gli esiti dell’autopsia e degli esami tossicologici su Pascal Albanese, toltosi la vita a 50 anni lo scorso 26 novembre…

To Top