Solda, sei alpinisti italiani morti in un giorno. Doppia tragedia sul Gran Zebrù

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2013 16:43 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2013 17:27
Solda, sei alpinisti morti in un giorno. Doppia tragedia sul Gran Zebrù

La vetta del Gran Zebrù

BOLZANO – Nuova tragedia della montagna in Alto Adige: dopo l’incidente sul Gran Zebrù accaduto nella mattina di domenica e costato alla vita a tre alpinisti di Parma e Nova anel pomeriggio sono stati recuperati altri tre corpi.

Il primo incidente si era verificato intorno alle 8:30, durante una scalata sul monte Koenigjoch (3.851 metri) nel gruppo dell’Ortles in Alto Adige. Il ghiaccio ha ceduto e una cordata di tre alpinisti che stava scalando la parete del Gran Zebrù (3.857 metri), la seconda vetta più alta del gruppo dell’Ortles, è precipitata.

Poco dopo le 14 il soccorso alpino di Solda è tornato sullo stesso luogo per recuperare altri tre corpi senza vita. Sono quelli degli alpinisti di uan seconda cordata che aveva seguito lo stesso percorso, trovando la stessa fine.

Con sei morti nello stesso giorno il Granz Zebrù si sta avvicinando al tragico record del 5 agosto del 1997 quando caddero e morirono tre vigili del fuoco e un loro amico, e poche ore dopo una guida alpina venostana che aveva lanciato l’allarme per la prima disgrazia, insieme a due clienti.

In Italia nel 2011 sono morte in incidenti di montagna 500 persone, 1.700 i feriti gravi.