Soldatessa picchiata da fidanzato: stessa caserma di Parolisi

Pubblicato il 28 Ottobre 2012 20:30 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2012 20:32
Soldatessa picchiata dal fidanzato: è della stessa caserma di Parolisi

ASCOLI PICENO – Lei, soldatessa di 22 anni, vuole lasciarlo, lui non ci sta e le rompe la mandibola: è successo ad Ascoli Piceno, dove lei presta servizio, nella stessa caserma di Salvatore Parolisi.

L’uomo, Nunzio Calabrese, 27 anni, di Reggio Calabria come la ragazza, è stato arrestato dai carabinieri. Lei ha una mandibola fratturata e ne avrà per 30 giorni. Il nuovo comandante del reggimento, colonnello Michele Vicari, le ha fatto subito visita in ospedale per recarle conforto.

I due fidanzati avevano litigato sabato sera in un bed and breakfast della città, dove la ragazza, secondo quanto riferito dai carabinieri, avrebbe manifestato al giovane l’intenzione di interrompere il rapporto. Lui, incapace di accettare la cosa, al culmine della lite l’avrebbe colpita con violenza.

All’origine del litigio potrebbero però esserci stati anche motivi economici, visto che l’uomo, prima di aggredire la ragazza, le ha anche sottratto la carta Postamat. Verso la mezzanotte la soldatessa è stata accompagnata in ospedale dal titolare del B&B e dallo stesso fidanzato, che però se n’è andato subito. In un primo momento, ai medici del pronto soccorso, la giovane donna ha detto di essere caduta dalle scale. Una versione apparsa subito incompatibile con la gravità delle lesioni che aveva. Ascoltata dai carabinieri, ha poi ammesso che era stato il ragazzo a picchiarla. Nel giro di poche ore l’aggressore è stato rintracciato e arrestato con l’accusa di lesioni personali gravi e rapina.