Solesino (Padova), si fa un selfie durante la rapina: arrestato

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 giugno 2018 14:07 | Ultimo aggiornamento: 28 giugno 2018 14:07
Solesino (Padova), si fa un selfie durante la rapina: arrestato

Solesino (Padova), si fa un selfie durante la rapina: arrestato

PADOVA – Si fa un selfie dopo la rapina. E viene individuato e arrestato. Merito di una donna che ha deciso di mostrare ai carabinieri il video, proveniente dal Marocco, che rimbalzava tra i residenti di Solesino (Padova). [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Quel filmato diventato virale mostrava un uomo, il marocchino di24 anni Ismail Khouadri, mentre pestava un altro uomo con una scarica di pugni e una bottiglia rotta.

Sono così scattate le indagini che hanno portato all’arresto di Khouadri, con diversi precedenti alle spalle, adesso in carcere a Rovigo con l’accusa di rapina.

I fatti contestati, spiega il Corriere della Sera, risalgono allo scorso ottobre, quando a Chioggia un uomo di 54 anni del posto era stato picchiato senza apparente motivo e lasciato privo di conoscenza per terra.

Il suo aggressore era fuggito, rubando circa 20 euro, un telefonino e alcuni gioielli, e di quell’episodio non si era più saputo nulla dal momento che la vittima, nel timore di ritorsioni, aveva deciso di non denunciare e non era nemmeno andato in ospedale per paura.

Ma qualche giorno fa in caserma si è presentata una donna che ha ricevuto il video da un conoscente nordafricano. Nel filmato, a mo’ di selfie, si vede proprio la violenta rapina all’uomo. E l’aggressore è ben riconoscibile.

Scrive il Corriere della Sera: 

Lunedì ai carabinieri è arrivata la segnalazione della presenza in paese del marocchino che è stato rintracciato alla fermata del bus mentre stava per salire sul pullman diretto a Padova. L’uomo aveva in tasca un biglietto del treno per Verona, sicuro di scappare prima di essere bloccato. Messo sotto torchio dai militari, lo straniero ha ammesso le proprie colpe indicando anche la zona in cui era avvenuta la rapina ormai nove mesi fa. Dopo ulteriori indagini è stato possibile risalire al 54enne residente a Chioggia che ha deciso di formalizzare la querela. Dato il pericolo di fuga l’uomo è stato arrestato.