Sondaggio cori Balotelli. Renzi si scusa, Kyenge: “Non razzisti” Chi ha ragione?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2013 19:07 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2013 19:07
Sondaggio cori Balotelli. Renzi si scusa, Kyenge: "Non razzisti" Chi ha ragione?

Mario Balotelli zittisce i tifosi della Roma

FIRENZE – Mario Balotelli insultato dai tifosi della Fiorentina: Matteo Renzi si scusa (“Razzismo inaccettabile”), ma il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge minimizza (“Non sempre i cori dei tifosi sono razzisti”). E il giudice sportivo non perdona i tifosi di Inter e Roma per i cori anti-Balotelli: maximulta per i nerazzurri, e Curva Sud chiusa per i giallorossi.

Renzi si scusa

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha telefonato oggi a Mario Balotelli per manifestargli la propria solidarietà dopo gli insulti ricevuti dall’attaccante del Milan alla stazione di Firenze. Renzi avrebbe sottolineato che al di là dell’amarezza per il risultato della Fiorentina, il razzismo è comunque inaccettabile.

Kyenge: Non sempre è razzismo

Non sempre i cori come quelli a Balotelli sono razzismo: è l’opinione del ministro dell’integrazione Cecile Kyenge. ”Bisogna essere lucidi – ha detto al Salone del libro di Torino parlando del nuovo caso Balotelli – per capire quando si parla di razzismo, quando di sport e di una sconfitta sportiva,quando di altre motivazioni”.

Chiusa curva Roma

Cinquanta mila euro di multa a Inter e Roma per i cori insultanti, espressione di ‘discriminazione razziale’ che si sono levati ieri ai danni di Mario Balotelli: lo ha deciso il giudice sportivo. Il club giallorosso dovrà disputare una partita senza spettatori in Curva Sud.

BlitzQuotidiano vi chiede: ha ragione Renzi o ha ragione Kyenge?
[SURVEYS 220]