Spacciatori volevano dare in pasto ai maiali un complice

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 settembre 2014 13:07 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2014 13:09
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

BARI –  Avevano sequestrato un 37enne e lo avevano portato in un casolare nelle campagne di Trani con l’intenzione di darlo in pasto ai maiali per una partita di droga pagata e mai consegnata.

All’inizio sembrava la tipica indagine su un traffico di droga, con fornitori, acquirenti e corrieri e ramificazioni nel nord Italia. Pochi giorni fa però i carabinieri hanno intercettato la telefonata in cui si parlava di dare in pasto ai maiali un complice che si era comportato male.

Il capo della banda aveva ordinato ai suoi complici di andare a prelevare due componenti del gruppo che avevano fatto sparire 45.000 euro ricevuti per comprare cocaina a Torino. Per uno di loro il destino deciso era macabro.

Ma la telefonata con la quale si preparava il piano è stata intercettata dai carabinieri che il 14 settembre hanno organizzato il blitz per liberare l’uomo.

I carabinieri, individuato il casolare nelle campagne di Trani hanno fatto irruzione: la vittima, scoppiata in lacrime alla vista dei militari, è stata  liberata mentre i tre rapitori sono stati arrestati in flagranza.