Sparatoria Grosseto, il sudamericano in fuga fermato al confine con la Francia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Dicembre 2019 13:30 | Ultimo aggiornamento: 25 Dicembre 2019 13:30
Carabinieri, Ansa

Una volante dei carabinieri (foto d’archivio Ansa)

ROMA – E’ stato fermato in provincia di Imperia, quasi al confine con la Francia, l’uomo di origine sudamericana che la polizia stava ricercando in seguito al ferimento, con colpi di pistola, di due stranieri, uno dei quali, un quarantenne colombiano, poi deceduto, avvenuto nella notte tra lunedì  23 e martedì 24 dicembre. Da quanto appreso l’uomo è stato bloccato dalla polizia in autostrada, a bordo di un’auto. In corso il suo trasferimento nel capoluogo maremmano.

Sull’accaduto sono in corso indagini della questura di Grosseto. Secondo la prima ricostruzione, il quarantenne poi deceduto e l’altro ferito, un senegalese ricoverato in prognosi riservata, si sarebbero presentati sotto casa dell’uomo che ha poi sparato, in viale della Pace a Grosseto. In particolare, i due, arrivati in auto, sarebbero scesi e poi, dopo aver suonato alla porta, rimontati a bordo della vettura come per aspettare l’uomo. Quest’ultimo uscito di casa, si sarebbe avvicinato all’auto e avrebbe sparato colpendo il senegalese alla spalla e al torace e il colombiano alla testa. Quest’ultimo era alla guida della macchina e avrebbe anche cercato di allontanarsi con la vettura finendo però contro un’auto in sosta. L’uomo che aveva sparato era poi fuggito. Sul movente aperte varie ipotesi, compresa anche quella di un regolamento di conti.

Fonte: Ansa.