Spiagge: ombrelloni distanti 5 metri tra un palo e l’altro. Ma poi ognun per sé, è il “federalismo balneare”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Maggio 2020 11:06 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2020 11:06
Spiagge: ombrelloni distanti 5 metri tra un palo e l'altro. Ma poi ognun per sé, è il "federalismo balneare"

Spiagge Fase 2: a che distanza gli ombrelloni l’uno dall’altro? (Ansa)

ROMA – Torneremo alle spiagge, occuperemo le sdraio sotto l’ombrellone, ma rigorosamente distanziati.

Lontani gli uni dagli altri perché qualunque numero assoceremo alla fase estiva di allentamento, il virus non va in vacanza.

Spiagge, la regola nazionale: 5 metri tra palo e palo

Ma distanziati quanto?

Cosa dicono gli scienziati preoccupati dal rischio di nuove ondate di contagi?

E come si adegueranno le Regioni che scalpitano invece per salvare almeno il salvabile di quest’estate horribilis?

Istituto superiore della sanità (Iss) e Inail hanno appena fissato le regole: cinque metri di distanza tra le file e quattro e mezzo tra l’uno e l’altro.

Dobbiamo arguire 5 metri di distanza tra un palo dell’ombrellone e l’altro, 4 metri e mezzo tra il bordo esterno dell’ombrellone aperto e l’altro.

In pratica 22,5 metri quadrati di spazio per ombrellone: per gli operatori del settore una proposta irricevibile, il modo più rapido “per chiudere le spiagge”.

“In autobus basta un metro e mezzo – si lamenta Fabrizio Licordari, presidente di Assobalneari intervistato da Repubblica – .

Perché al mare dovrebbe essere diverso?”.

“Federalismo balneare”: le Regioni riducono le distanze

Queste limitazioni imposte dal Governo sono suscettibili però di modifica meno punitiva per i gestori, una specie di “federalismo balneare” con i governatori impegnati a ridurre le distanze e salvaguardare l’offerta di spazi e quindi gli incassi.

In Emilia Romagna verrà considerata lecita una superficie minima a ombrellone di 12 metri quadrati, un metro e mezzo tra le attrezzature di spiaggia, come lettini e sdrai sulla battigia.

Con separazione tra ombrelloni di quattro metri tra le file e tre tra l’uno e l’altro, e i lettini a 1,5 metri.

La Regione Liguria ipotizza di dare indicazione agli stabilimenti balneari di poter mettere gli ombrelloni con un distanziamento “tra i 2,5 e i 3 metri”, la distanza tra palo e palo.

Lo schema della Regione Marche prevede un ombrellone ogni 10,5 mq, due metri di distanza per chi prende lettini separati, in ogni ombrellone potrà trovare spazio una sola famiglia. (fonte Ansa)