"Spiava le finanze di Prodi": processo per impiegata delle Entrate

Pubblicato il 18 ottobre 2011 14:22 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2011 14:46

CATANZARO – Una impiegata dell'Agenzia delle Entrate di Catanzaro, Irene Mulazzani, e' stata rinviata a giudizio perche' accusata di aver spiato la situazione patrimoniale e tributaria dell'ex Presidente del Consiglio, Romano Prodi, e della moglie, Flavia Franzoni.

Il rinvio a giudizio e' stato disposto dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Catanzaro, Gabriella Reillo, che ha fissato l'inizio del processo per il primo febbraio prossimo davanti al giudice monocratico.

Nel 2007, l'impiegata effettuo' un accesso di breve durata per consultare i dati relativi alla situazione patrimoniale di Romano Prodi e della moglie. L'accesso abusivo fu segnalato alla Procura della Repubblica di Catanzaro, che avvio' le indagini giungendo all'identificazione dell'impiegata.

Nel corso dell'udienza preliminare Irene Mulazzani ha sostenuto di aver consultato i dati di Prodi e della moglie per ricavare il loro indirizzo perche' intendeva inviargli un invito per una manifestazione culturale. L'impiegata e' accusata del reato di accesso abusivo a sistema informatico.