Lo spreco delle auto a noleggio per le espulsioni: costano un milione e non vengono usate

Pubblicato il 23 luglio 2010 10:11 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2010 10:52

immigratiUtilitarie, suv, fuoristrada, per un totale di 137 auto, affittate a caro prezzo con i soldi dei contribuenti per “accompagnare” gli immigrati clandestini al confine e poi lasciate a marcire nei parcheggi di 19 questure. Il governo Berlusconi aveva promesso repressione contro l’immigrazione clandestina, la manovra finanziaria è nata con il fine di porre fine agli sprechi. Ma qualcosa, forse, non è andato per il verso giusto.

Come scrive ad esempio La Repubblica, quest’ultimo spreco delle macchine “di servizio” noleggiate dallo Stato per fini di sicurezza a partire dal primo luglio ma in realtà inutilizzate, costa agli italiani un milione e 200 mila euro ogni sei mesi. Uno spreco che fa infuriare soprattutto i funzionari di polizia su cui si stanno per abbattere i pesanti tagli della Manovra.

Queste auto vengono noleggiate dal ministero dell’Interno con la Maggiore con contratti semestrali: sono Panda, fuoristrada, furgoni con formula all-inclusive che, alla fine, costano ognuno 8 mila euro. Una “cifra spropositata”, “uno spreco”, secondo il sindacato di polizia Siulp che proprio ieri ha manifestato in diverse piazze italiane contro i tagli previsti per il comparto sicurezza.

“Questo noleggio è un assurdo – spiega Felice Romano, segretario generale Siulp – Mentre le volanti cadono a pezzi e i poliziotti non hanno nemmeno le divise estive, si utilizza una fetta ingente di risorse per un’esigenza che alla prova dei fatti si dimostra inesistente, tanto che le auto non vengono utilizzate a Roma come a Palermo”. Tanto è vero, fa notare il sindacato di Polizia, che per la maggior parte di queste auto, nelle varie questure italiane, sono inutilizzate. Alcuni dirigenti di commissariati avevano pensato bene di utilizzarle per altre funzioni. Poi il sindacato si è fatto sentire e le auto sono tornate nei parcheggi. Ma solo pochissime sono impiegate dall’ufficio immigrazione. Perché allora sprecare così tanti soldi mentre si bloccano gli stipendi di polizia e carabinieri?