Vercelli: tenta di uccidere la moglie, in carcere per 10 anni, esce e la minaccia. Arrestato per stalking

Pubblicato il 21 Agosto 2010 15:32 | Ultimo aggiornamento: 21 Agosto 2010 15:32

Non gli sono bastati dieci anni di carcere per aver tentato di uccidere la moglie. Appena estinta la pena è rientrato illegalmente in  Italia e ha cominciato a minacciarla, fino ad essere di nuovo arrestato, questa volta con l’accusa di stalking.

La storia, di violenza e paura, arriva da Vercelli. L’uomo era stato condannato a dieci anni di reclusione per tentato omicidio della moglie vercellese e di maltrattamenti nei confronti delle due figlie.

Il protagonista, un albanese di 60 anni, dopo aver scontato quasi per intero la pena, era stato espulso e condannato a scontare in Albania gli ultimi otto mesi residui. Qualche tempo fa è rientrato illegalmente in Italia e ha ripreso a minacciare telefonicamente la moglie e le figlie.

La donna ha presentato denuncia alla Mobile di Vercelli; gli agenti hanno accertato che le telefonate partivano da Bergamo e, in collaborazione con i loro colleghi bergamaschi, hanno rintracciato l’albanese e lo hanno arrestato. Ora e’ nel carcere di Vercelli.