Starbucks sbarca a Roma: apertura entro il 2020 in zona Musei Vaticani

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Gennaio 2020 17:04 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2020 22:16
Starbucks sbarca a Roma

Starbucks dopo Milano sbarca a Roma: apertura entro il 2020 in zona Musei Vaticani (foto Ansa)

ROMA – Starbucks sbarca a Roma. In autunno la celebre catena di caffetteria americana, già presente in Italia con alcuni store a Milano, aprirà la sua prima sede nella zona dei Musei Vaticani. Lo conferma la stessa azienda, spiegando che è in programma anche un altro punto vendita, sempre nella Capitale e sempre in autunno, ma in una zona ancora top secret.

L’azienda incaricata di sviluppare e gestire le caffetterie del marchio americano è il gruppo Percassi che conferma la zona dei Musei Vaticani parlando però di varie location in zona. Il locale si aggiugerà ai 30mila già aperti in tutto il mondo. Starbucks, secondo quanto scrive Leggo, potrebbe prendere il posto della storica libreria Maraldi che sorgeva nei pressi di Piazza Risorgimento. La libreria molto frequentata dagli studenti alla riapertura delle scuole, da circa cinque anni ha chiuso i battenti. 

La zona dei Musei Vaticani era già finita nella bufera in seguito alla decisione di un altro grande marchio americano, McDonald’s, di approdare in questo tipico rione capitolino che era rimasto ancora “incontaminato” dai gruppi commerciali d’oltreoceano nel settore della ristorazione. Per questa ragione, alcuni esercenti vedono di buon occhio l’apertura di Starbucks, altri invece pensano che porti ad un’ulteriore snaturalizzazione del centro storico di Roma. 

A Milano, Starbucks ha avuto molto successo. Dopo l’apertura in piazza Cordusio ci sono state infatti delle file interminabili di persone che volevano assaggiare muffin e cappuccino, ma anche di semplici curiosi. Dopo Milano, è stata la volta anche di Torino con l’apertura della caffetteria in via Bruno Buozzi.

Fonte: Ansa, Leggo