Stefania De Pace, botte a sindaco Taranto: libera in 24 ore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Settembre 2015 19:15 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2015 19:15
Stefania De Pace, botte a sindaco Taranto: libera in 24 ore

Stefania De Pace, botte a sindaco Taranto: libera in 24 ore

TARANTO- Torna in libertà dopo 24 ore  Stefania De Pace,  37 anni, la donna messa ai domiciliari giovedì 17 settembredopo aver aggredito il sindaco di Taranto Ippazio Stefano. A conclusione dell’udienza per direttissima, il giudice ha convalidato l’arresto ma ha rigettato la richiesta di applicazione di misura cautelare avanzata dal pubblico ministero.

L’avvocato Fausto Soggia, che assiste la donna, ha fatto sapere che, nel corso del suo interrogatorio, De Pace si è difesa dichiarando di essere andata dal sindaco perché disperata dopo aver ricevuto una notifica di sfratto dalla sua abitazione. La donna ha aggiunto di aver ricevuto il diniego da parte del primo cittadino alla sua richiesta di essere ricevuta e di aver reagito, ma spintonando il sindaco e non colpendolo con un pugno.

Terminata l’udienza di convalida dell’arresto, la difesa ha chiesto il termine per l’inizio del processo, che si terrà martedì prossimo. L’assessore comunale ai Servizi sociali Simona Semeraro attraverso una nota ha precisato che la donna che ha aggredito il sindaco “nel 2012 ha beneficiato del contributo abitativo con il quale l’Ente ha pagato un primo anno di fitto per l’abitazione”.

Nel 2014 “il capofamiglia ha perso il lavoro e quindi – ha aggiunto l’assessore – l’Amministrazione Comunale ha ritenuto di aiutare ulteriormente il nucleo familiare e con una delibera di Giunta comunale è stato concesso un altro anno di contributo abitativo ancora in atto”.