Cronaca Italia

Irpinia, strage bus nella scarpata: nuovo video contesta la ricostruzione della Procura

Irpinia-bus-scarpata-video-ricostruzione

Irpinia, strage bus nella scarpata: nuovo video contesta la ricostruzione della Procura

NAPOLI – Scontro tra i periti al processo per la strage del bus in Irpinia. Un nuovo video che ricostruisce il drammatico incidente, costato la vita a 40 pellegrini, contesta la ricostruzione fatta dalla procura.

Sotto accusa al processo sono finiti i vertici della Società Autostrade. Ma secondo la ricostruzione della difesa a far cedere il guard rail sarebbe stata l’eccessiva velocità del bus al momento dell’impatto. E’ quanto si vede in una nuova terrificante video ricostruzione dell’incidente avvenuto il 28 luglio 2012, sul viadotto Acqualonga a Monteforte Irpino, in provincia di Avellino.

Dinanzi al giudice Luigi Buono, sono comparsi alcuni docenti dell’Università degli Studi di Firenze e altri del Politecnico di Milano. I periti della difesa hanno contestato alcune delle conclusioni tratte dai tecnici incaricati dalla Procura.

Secondo la nuova video ricostruzione il bus si sarebbe schiantato con inaudita violenza sul guard rail che si è staccato precipitando insieme al mezzo. Un’auto che, a cuneo, si è incastrato tra il bus e un’altra vettura e ha spinto il pullman con a bordo i 40 pellegrini verso il guard rail, facendolo impattare contro la barriera con un angolo di 19 gradi a 92 chilometri all’ora.

Di fatto il bus, secondo la difesa, avrebbe impattato le barriere a una velocità superiore rispetto a quella indicata dalla relazione della Procura. E sarebbe stata quella la causa principale del cedimento di alcuni “new jersey” e non l’usura. I consulenti dell’accusa non avrebbero dato “l’adeguata rilevanza alle interazioni del bus con gli altri mezzi, a partire dalle auto in corsia di sorpasso”.

Sarebbe stato quindi l’urto violento a segnare il destino dei passeggeri del pullman finito giù dal viadotto dell’Acqualonga. Ad indirizzarlo proprio una Bmw che, rimasta incastrata tra la fiancata del bus e la quella di un’altra macchina, avrebbe “spinto” il pullman verso un punto unico della barriera e avrebbe spazzato via il guard rail.

Clicca qui per vedere il VIDEO della ricostruzione.

To Top