Strage di Corinaldo, la sentenza: sei condanne con pene tra 10 e 12 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2020 15:28 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2020 17:44
Strage Corinaldo, la sentenza: sei condanne con pene tra 10 e 12 anni

Strage Corinaldo, la sentenza: sei condanne con pene tra 10 e 12 anni (Foto Ansa)

Sei condanne con pene tra 10 e 12 anni per la banda dello spray: è la sentenza al processo sulla strage di Corinaldo. 

Le condanne sono state emesse dal tribunale di Ancona nei confronti dei giovani della provincia di Modena che la sera tra il 7 e l’8 dicembre 2018 entrarono in azione nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo.

La banda, con l’obiettivo di commettere furti, azionò lo spray al peperoncino, provocando un fuggi fuggi generale durante una esibizione di Sfera Ebbasta. Cinque adolescenti ed una madre di 39 anni morirono nella calca. 

La sentenza è stata emessa in abbreviato dal gup Paola Moscaroli. Confermato l’omicidio preterintenzionale, cade l’accusa associativa.

Le richieste della accusa

I pm avevano chiesto pene dai 16 ai 18 anni di carcere, considerando la riduzione di un terzo per il rito.

Ritengono infatti gli imputati responsabili degli spruzzi di spray urticante, finalizzati a creare scompiglio e favorire i furti, che generarono il fuggi fuggi verso le uscite di sicurezza.

Una condotta, per l’accusa, all’origine della tragedia: all’uscita di sicurezza n.3 dove si era accalcato il grosso della folla, una balaustra arrugginita cedette e le persone che vi si erano appoggiate caddero, schiacciandosi a vicenda.

Persero la vita i giovanissimi Asia Nasoni, Benedetta Vitali, Daniele Pongetti, Emma Fabini, Mattia Orlandi e la 39enne Eleonora Girolimini, che aveva accompagnato la figlia all’esibizione in dj set del suo idolo Sfera Ebbasta.

In giudizio sono circa una settantina le parti civili: tra loro famigliari delle vittime, feriti, loro congiunti, e la Regione.

Gli imputati sostengono invece che a Corinaldo entrarono in azione tre bande ‘rivali’, negano l’accusa associativa e di aver spruzzato spray urticante. (Fonte: Ansa)