Strage Erba: Azouk Marzouk diventerà padre: “Lo chiameremo Youssef”

Pubblicato il 20 Dicembre 2009 15:27 | Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2009 15:27

Azouz Marzouk

«Quando ho scoperto che sarò di nuovo padre, il mio pensiero è andato al figlio che mi hanno ucciso, Youssef». Lo dichiara nell’intervista esclusiva a “Gente”, in edicola domani, Azouz Marzouk, 29 anni, il tunisino che perse la famiglia nella strage di Erba e che poi è stato espulso dall’Italia per una storia di droga. “Gente” l’ha incontrato in Tunisia, dove ora vive e gestisce una pizzeria.

Azouz racconta: «Mia moglie Michela (che ha sposato lo scorso 18 giugno, ndr) e il bimbo che ha in grembo mi ricordano che la vita va avanti. Proteggerò mio figlio come non ho saputo fare con Youssef». «Voglio un maschiò è stata la prima cosa che Azouz mi ha detto quando ha saputo che ero incinta» dice la moglie Michela che, al terzo mese di gravidanza, partorirà a Lecco.

«Lo chiameremo Youssef. Se sarà una femmina: Melika, che vuol dire principessa. Il pensiero che partorirò da sola e che lui non potrà tenere in braccio suo figlio mi riempie di tristezza – spiega – Se continuerà a non poter rientrare in Italia, mi trasferirò io dopo la nascita del bimbo. Non lo crescerò senza suo padre».