--

Strage Erba. Azouz Marzouk insiste: “Olindo e Rosa innocenti, rifare indagini”. Per i pm è un calunniatore…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Dicembre 2020 17:04 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2020 17:04
Strage Erba, Azouz Marzouk

Strage Erba, Azouz Marzouk (Ansa)

Strage di Erba, Azouz Marzouk non si dà per vinto. Continua a sostenere che l’inchiesta fu fatta male se non proprio che Olindo e Rosa sono innocenti.

Anche perché la procura di Milano lo accusa del reato di calunnia per questo. Lo accusa cioè di calunnia nei confronti dei coniugi Romano quando li scagiona pur essendo loro stessi rei confessi. In pratica li accuserebbe ingiustamente di auto-calunnia.

In ogni caso il Tribunale ha respinto la richiesta di convocare ulteriori testimoni della difesa di Azouz Marzouk. Azouz, ex marito di Raffaella Castagna e padre del piccolo Youssef, due delle quattro vittime della strage di Erba.

Strage di Erba, Azouz insiste: “Rosa e Olindo innocenti”

Da tempo Marzouk afferma di essere convinto “dell’innocenza” di Rosa Bazzi e Olindo Romano. E di voler chiedere “di riaprire il caso e di fare nuove indagini per mettere in carcere i veri assassini della mia famiglia, che al momento”. A suo dire, “sono ancora liberi”.

I legali di Azouz, gli avvocati Luca D’Auria e Solange Marchignoli, avevano chiesto al giudice della settima penale di convocare Giuseppe Sartori, ordinario di Neuropsicologia forense, e il genetista Marzio Capra. Istanze respinte dal Tribunale anche perché la richiesta di convocare quei due testi era già stata bocciata all’inizio del processo.

“Almeno si rifacciano le indagini”

Oggi all’AdnKronos Azouz corregge un po’ il tiro. “Alla famiglia Castagna non ho nulla da dire. Io non li ho mai accusati di essere i colpevoli e i nostri vecchi litigi sono acqua passata per me.

Io continuerò la mia battaglia. Contesto il modo in cui sono state fatte le indagini. Mi hanno colpevolizzato e intercettato. Bisognava trattare tutti allo stesso modo e non usare guanti di velluto con nessuno.

Si rifacciano le indagini e se i figli di Frigerio (Mario è morto nel 2014, ndr), che non colpevolizzo ma a cui è stato cancellato il vero ricordo di quella sera, sanno qualcosa la dicano. Io chiedo aiuto a loro per trovare i veri assassini”. (fonti AdnKronos e Ansa)