Strage di Erba, per Olindo Romano e Rosa Bazzi no alla revisione del processo. Lo ha deciso la Cassazione

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 luglio 2018 12:11 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2018 12:11
Strage di Erba, per Olindo Romano e Rosa Bazzi no alla revisione del processo. Lo ha deciso la Cassazione

Strage di Erba, per Olindo Romano e Rosa Bazzi no alla revisione del processo. Lo ha deciso la Cassazione (Foto Ansa)

ROMA – No alla revisione del processo per Olindo Romano e Rosa Bazzi, i coniugi di Erba condannati in via definitiva per aver ucciso l’11 dicembre del 2006 quattro vicini di casa, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] tra cui il piccolo Youssef.

La Corte di Cassazione ha negato l’incidente probatorio richiesto dalla coppia, rigettando il ricorso presentato dalla difesa contro l’ordinanza con cui la Corte d’assise d’appello di Brescia, lo scorso gennaio, aveva dichiarato inammissibile la richiesta di accertamenti irripetibili su alcuni reperti mai analizzati.

Il sostituto procuratore generale della Cassazione Massimo Galli nella requisitoria scritta aveva invece chiesto l’accoglimento del ricorso presentato dagli avvocati Fabio Schembri, Luisa Bordeaux e Nico D’Ascola.

I coniugi Romano stanno scontando il carcere a vita per l’omicidio di Raffaella Castagna, il figlioletto Youssef Marzouk, la madre Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini, tutti residenti in due appartamenti della stessa corte dove la coppia risiedeva e con cui c’erano stati diverbi in passato.