Strage di Erba, nuove intercettazioni potrebbero scagionare Olindo Romano

Pubblicato il 17 Aprile 2010 21:20 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2010 21:48

Olindo Romano e Rosa Bazzi

Nuove intercettazioni ambientali potrebbero scagionare Olindo Romano, imputato nel processo per la strage di Erba, Le intercettazioni, in passato stralciate nonostante le richieste della difesa, sarebbero emerse mentre è in corso il processo davanti alla Corte d’Assise di Appello di Milano  che vede imputati Olindo Romano e la moglie Rosa Bazzi, già condannati all’ ergastolo in primo grado.

Dalle trascrizioni audio, secondo una anticipazione del settimanale “Oggi”, in edicola lunedì, Mario Frigerio, l’unico sopravvissuto, parlando con il suo avvocato pochi giorni dopo aver indicato Olindo come il suo aggressore, avrebbe invece detto di non avere idea di chi lo aveva colpito.

Una contraddizione, secondo il settimanale, con cui la difesa proverà a dare una svolta al dibattimento (martedì 20 è prevista la prossima udienza) e confutare l’impianto accusatorio costruito sul fatto che Frigerio, ora supertestimone, di dubbi sulla colpevolezza di Olindo aveva sempre asserito di non averne mai avuti. L’avvocato Fabio Schembri, difensore di Olindo, ha chiesto nuovamente l’ ammissione della intercettazione in dibattimento e la sua riproduzione audio in aula.