Strage in villa nel bresciano, scarcerati i cugini Marino

Pubblicato il 10 Novembre 2011 21:47 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2011 21:52

MILANO, 10 NOV – La prima sezione della Cassazione ha disposto la scarcerazione di Vito e Salvatore Marino, i cugini originari di Trapani, condannati all'ergastolo per il triplice omicidio di Angelo Cottarelli, 56 anni, della moglie Marzenna Topor, una polacca di 41 anni, e del figlio Luca di 17 anni, uccisi in maniera efferata – furono sgozzati e ammazzati a colpi di pistola – il 28 agosto del 2006 nella loro villetta di Urago Mella alla periferia di Brescia.

I giudici hanno annullato la sentenza della Corte di Assise d'appello di Brescia e disposto un nuovo processo d'appello a Milano disponendo la loro scarcerazione immediata.