Strage di Nassiriya,risarciti i familiari delle vittime: la Cassazione ribalta il verdetto

Pubblicato il 20 Gennaio 2011 17:26 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2011 17:48

La Cassazione ha accolto il ricorso dei familiari delle vittime della strage di Nassiriya e ora la Corte d’appello di Roma dovrà stabilire il risarcimento in precendenza negato.

In particolare la Seconda sezione penale della Suprema corte ha annullato con rinvio, alla Corte d’appello civile di Roma, la sentenza con la quale, il 24 novembre 2009, i risarcimenti erano stati negati ed erano usciti definitivamente assolti i generali Bruno Stano e Vincenzo Lops, accusati di non aver predisposto adeguate misure di sicurezza a Base Maestrale.

Per i due alti militari, comunque, non ci sarà alcun nuovo processo perché la loro assoluzione non era stata impugnata dalla Procura della Corte d’appello.

Nella strage di Nassiriya, il 12 novembre 2003, un camion kamikaze esplose provocando la morte di 12 carabinieri, 5 militari e due civili italiani, mentre altre 140 persone rimasero ferite. Nell’esplosione persero la vita anche alcuni civili iracheni.