Piazza della Loggia, nuovo testimone: “Un minorenne tra gli autori”

Pubblicato il 18 ottobre 2011 9:43 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2011 9:48

Foto LaPresse

BRESCIA – C’è un nuovo pentito nelle indagini per la strage di piazza della Loggia. Si tratterebbe di un friulano di 60 anni legato agli ambienti della destra eversiva, che da testimone sarebbe comparso davanti ai giudici di Milano che indagano sulla strage di piazza Fontana e di quelli bresciani che indagano sulla strage a Brescia. Lo riporta oggi il Corriere della Sera.

L’uomo avrebbe cominciato a collaborare ”il 19 ottobre del 2010, un anno fa…meno di un mese prima che la Corte d’assise pronunciasse la sentenza che ha assolto per insufficienza di prove tutti e cinque gli imputati…”.

L’uomo, parlando con i Ros ha detto di avere ”voglia di togliersi un peso” e ha indicato ”un estremista di destra, un veneto, che era minorenne nel ’74 all’epoca della strage di piazza della Loggia. L’ex ragazzo, legato agli ambienti della destra estrema, gli avrebbe confidato di essere stato a Brescia con un ruolo operativo il giorno della strage”.

In Procura, sempre secondo quanto riportato dal Corriere, è stato aperto un nuovo fascicolo che almeno per il momento sarebbe a carico di ignoti.