Strage di Viareggio: le conclusioni della Procura contro quelle di Rfi

Pubblicato il 16 Dicembre 2010 15:01 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2010 15:12

Fu un picchetto a squarciare la cisterna di gpl trasportata dal convoglio che deragliò il 29 giugno del 2009 alla stazione di Viareggio, provocando un’esplosione che fece 32 vittime. E’ quanto sostiene la Procura di Lucca, che è arrivata a conclusioni diverse rispetto a Rfi, secondo cui lo squarcio sarebbe dovuto all’impatto con la cosiddetta ‘deviata a zampa di lepre’.

In quella relazione, Rfi concludeva: ”Non si ravvisano responsabilità a carico dell’infrastruttura e/o degli agenti Rfi coinvolti nell’evento”. La deviata a zampa di lepre è un componente ”essenziale” dello scambio. Riguardo i picchetti (spezzoni di rotaia che tracciano le curve), invece, gli investigatori starebbero analizzando una vecchia disposizione interna che li avrebbe indicati come pericolosi, auspicandone la sostituzione.

Nella richiesta di incidente probatorio, la procura spiega che il treno deragliò ”a causa della rottura a fatica del fusello della seconda sala del carrello anteriore del carro cisterna”: rottura a fatica implica una fenditura che è andata crescendo con il tempo; mentre per sala si intendono le due ruote più l’assile (o asse).

”Dopo circa 370 metri dal punto di svio – ricostruiscono gli investigatori – il carro cisterna si ribaltava sul fianco sinistro”: prima di fermarsi ”percorreva circa 100 metri, durante i quali incontrava due picchetti di regolazione della curva” uno dei quali ”provocava uno squarcio di circa 40 centimetri nella calotta della cisterna dal quale fuoriusciva il gpl che dopo circa tre minuti si incendiava”.

”Risulta dalla allegata relazione d’inchiesta di Rfi – continua la Procura – che lo squarcio risalirebbe, invece, all’impatto della ferrocisterna contro la cd deviata a zampa di lepre”. Ma ”diverse risultano, allo stato, le conclusioni di questa Procura, come pure quelle della consulenza depositata nell’interesse della Provincia di Lucca”.

L’incidente probatorio servirà ad analizzare assili, cisterna, picchetto e deviata a zampa di lepre.

[gmap]