Cagliari, quindicenne si suicida per amore. Si butta dalle scale perché la fidanzata lo ha lasciato

Pubblicato il 20 maggio 2010 11:05 | Ultimo aggiornamento: 20 maggio 2010 11:05

La delusione era troppo forte, la tristezza troppo profonda. La fidanzata lo ha lasciato ma lui non è riuscito a sopportare la situazione. Per questo un ragazzo di 15 anni si è suicidato mercoledì buttandosi dal terzo piano della scuola ‘Don Bosco’ di Cagliari.

Erano le 11,30, la ricreazione nell’istituto dei Salesiani era appena finita. Il quindicenne stava tornando in classe insieme ai compagni ma, arrivato al terzo piano dell’istituto, si è avvicinato al parapetto e si è lanciato nel vuoto, volando giù lungo la tromba delle scale. Pochi secondi di silenzio poi solo urla, lacrime e disperazione. Il gelo è caduto nella scuola: per lo studente non c’è stato nulla da fare.

Secondo le prime ricostruzioni della polizia, il ragazzo avrebbe deciso di farla finita dopo un incontro con la ex fidanzata, studentessa nello stesso istituto. La loro relazione sarebbe finita qualche giorno fa ma lui le avrebbe chiesto, in una lettera, di restargli amica. Ma forse lei ha rifiutato o forse il ragazzo non credeva veramente in quelle parole e la delusione è stata tale da non reggere la pressione.

Tutti nella scuola hanno poca voglia di parlare.  «Era tranquillissimo – ha detto un ragazzino di quinta ginnasio con le lacrime agli occhi, mentre saliva nell’auto della madre che è arrivata a a riprenderlo -, l’ho visto stamattina e stava sorridendo. Non ha detto niente a nessuno». «Non resta che il silenzio, il conforto ai familiari nel dolore e nella preghiera», ha commentato don Giovanni Cossu, preside dell’istituto salesiano.