Suicidio Fabrizio Budano, cassintegrato British American Tobacco: inchiesta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Luglio 2014 18:43 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2014 18:43
Suicidio Fabrizio Budano, cassintegrato British American Tobacco: inchiesta

Suicidio Fabrizio Budano, cassintegrato British American Tobacco: inchiesta

LECCE –  La Procura di Lecce ha aperto un’inchiesta per istigazione al suicidio per la morte di Fabrizio Budano, il cassintegrato salentino di 50 anni trovato morto venerdì 25 luglio nella sua auto nelle campagne di Frigole, marina di Lecce.

L’uomo si è ucciso sparandosi un colpo di pistola alla tempia. Il magistrato ha disposto l’autopsia sul corpo dell’uomo e una consulenza balistica sulla pistola trovata nell’auto dell’operaio.

Budano lavorava alla British American Tobacco (Bat), la multinazionale del tabacco che nel 2010 ha chiuso lo stabilimento di Lecce mettendo in mobilità quasi 400 lavoratori che avrebbero dovuto essere assunti a tempo indeterminato nelle tre aziende subentranti che di fatto, ad accezione di una, la Iacobucci, non hanno mai avviato l’attività.

Lunedì mattina 150 ex operai della British American Tobacco hanno manifestato per strada a Lecce in ricordo del loro collega morto, indossando in segno di lutto magliette nere e sfilando con manifesti con la scritta: “Dalla Bat alla morte”, “Riconversione assassina”, “Fabrizio vittima dell’indifferenza”. Il corteo si é soffermato qualche minuto davanti al Palazzo di Giustizia, in viale De Pietro, dove i manifestanti hanno gridato il nome del loro collega morto invocando giustizia.