Milano: una suora nominata ‘capo cantiere’ dal Politecnico

Pubblicato il 27 luglio 2010 11:13 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2010 11:13

La Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano consegnerà nella mattinata di mercoledì 28 luglio a Sister Celine, Suora Terziaria di San Francesco, un attestato che certifica il suo valido lavoro quale ‘capo cantiere’ nella costruzione del primo Centro di Cardiochirurgia di tutta l’Africa Centro Occidentale.

Sister Celine, al secolo Celine Epie Mbolle, ha svolto la funzione di coordinamento e pianificazione delle attività con l’Ingegnere responsabile di cantiere nei quattro anni di costruzione (2005-2009), del Centro Cardiochirurgico di Shisong (distretto di Kumbo), in Camerun. Fondamentale, in particolare, è stata la sua opera di gestione del personale, il cui numero – tra dipendenti e volontari – superava il centinaio di unità.

”L’ importante riconoscimento – precisa una nota – vuole premiare la dedizione della Religiosa al progetto di costruzione di un Centro di Cardiochirurgia in un Continente assolutamente carente di tale specializzazione”. Il Centro, realizzato dall’ Associazione ‘Bambini Cardiopatici nel Mondo’, serve infatti un bacino di utenza di 200 milioni di persone.

Dall’inaugurazione del Centro, lo scorso 19 novembre, ad oggi sono stati operati con successo oltre cinquanta bambini. In questa prima fase, mentre il Centro si avvia alla completa autonomia, si susseguono missioni operatorie condotte da equipe di medici volontari, italiani e stranieri, affiancati da personale locale addestrato al Policlinico San Donato.

Presenti alla cerimonia di mercoledì, col Preside di Architettura, Pier Carlo Palermo, anche i rappresentati delle associazioni partner del Progetto: Cuore Fratello Onlus e ‘Bambini Cardiopatici nel Mondo-Aici’. Ci sara’ anche Sister Alfonsa Kiven, anch’essa delle Terziarie Francescane di Bressanone, sino a poco tempo fa Superiora della Congregazione nell’area Centro Africana.