Cronaca Italia

Tallio, due nuovi casi a Nova Milanese: ricoverati in ospedale

Tallio-Nova-Milanese

Tallio, due nuovi casi a Nova Milanese: ricoverati in ospedale (Foto Ansa)

NOVA MILANESE (MONZA E BRIANZA) – Torna l’incubo tallio in Lombardia. Un uomo e una donna, parenti della famiglia Del Zotto, sono stati ricoverati d’urgenza all’ospedale di Desio (Milano).

Secondo quanto scrive Alessandro Crisafulli sul Giorno, le due persone ricoverate non sarebbero in pericolo di vita. Abitano a Nova Milanese, in provincia di Monza e Brianza, ma non nella stessa villetta di via Fiume in cui abitavano le sei persone già colpite dal tallio, tre delle quali sono morte, mentre le altre tre sono ancora in ospedale.

Il mistero su come sia avvenuta la contaminazione è ora ancora più difficile da risolvere, perché l’uomo e la donna ricoverati adesso non hanno trascorso l’estate a Varmo (Udine). Di conseguenza la causa sarebbe da individuare solo ed esclusivamente a Nova.

Del resto lo stesso quotidiano lombardo scrive: 

Mano a mano che arrivano gli esiti delle analisi sugli alimenti campionati nelle due abitazioni, infatti, quella di via Fiume a Nova e quella di Varmo in provincia di Udine, gli inquirenti, con l’aiuto degli esperti, possono fare raffronti, escludere piste, trovare indizi, elementi. E se è vero che tutti gli alimenti prelevati nella villetta familiare di Nova avevano dato esito negativo (…) è altrettanto vero che gli specialisti hanno dato indicazioni più circostanziate sulla tempistica: per la quantità di tallio presente nell’organismo dei famigliari, quelli purtroppo deceduti e quelli ancora in ospedale, l’assunzione sarebbe da far risalire a una, massimo due settimane prima dei sintomi. Cioè quando la famiglia era già rientrata in Brianza (…). La causa potrebbe essere da ricercare in qualche alimento, o qualche bevanda, che è stato assunto ma anche finito. Per questo non è stato possibile trovarlo durante i ripetuti sopralluoghi nell’edificio.

 

To Top