Tangenti, discoteca Hollywood di Milano: assolto Rodolfo Citterio

Pubblicato il 17 Novembre 2010 15:51 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2010 16:01

Sono stati prosciolti dalle accuse i cinque componenti della commissione comunale milanese sulla vigilanza dei locali. I cinque si sono occupati delle pratiche per il rilascio delle autorizzazioni di sicurezza all’Hollywood, la famosa discoteca dei vip di Milano. Il gup di Milano Federica Centonze ha prosciolto anche Rodolfo Citterio, all’epoca dei fatti membro della commissione comunale di vigilanza sui locali pubblici, e finito agli arresti domiciliari lo scorso luglio nell’ambito di un’altra inchiesta della Procura di Milano su un giro di tangenti nel mondo della movida milanese.

Prosciolti anche gli altri membri della commissione: Mario Abate, Maria Mantellini, Stefano Belucchini e Claudio De Favero. Erano tutti accusati di abuso di ufficio, falso e violazione delle normative su prevenzione e sicurezza. E’ stato prosciolto anche l’architetto Daniele Beretta, che si è occupato di progetti relativi alla discoteca.

Lo stesso pm Piero Basilone, al termine dell’udienza preliminare, aveva chiesto il proscioglimento per tutti, tranne che per Abate. Tra gli imputati nell’inchiesta, che aveva evidenziato la mancanza di alcune autorizzazioni (anti-incendio; sulle vie di fuga; accessi per disabili; capienza massima), figura anche il gestore dell’Hollywood Davide Guglielmini, anche lui arrestato nell’altra indagine a luglio per agevolazione all’uso di droga.

Guglielmini ha raggiunto un accordo con il pm per patteggiare una pena pecuniaria di 6 mila euro con un’oblazione da 18 mila euro. Il gup deciderà se ratificarlo il prossimo 26 novembre.