“La casa di Tarantini è di un amico di Alfonso Papa”

Pubblicato il 6 Settembre 2011 10:48 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2011 14:20

Gianpaolo Tarantini (Foto LaPresse)

ROMA – L’appartamento ai Parioli affittato per duemila euro al mese da Gianpaolo Tarantini, sua moglie Angela Nicla Devenuto e le loro due figlie sarebbe di un amico del deputato del Popolo delle Libertà Alfonso Papa, rinviato ieri, 5 settembre, a giudizio immediato per concussione, favoreggiamento e rivelazione di segreto d’ufficio insieme a Pier Luigi Bisignani. Lo scrive Repubblica.

Un appartamento ai Parioli, pagato in parte con il denaro ricevuto dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in cui vivevano la famiglia Tarantini e due colf. Nonostante questo Angela Nicla Devenuto in Tarantini ha lamentato davanti agli inquirenti: “Sto vivendo un momento di smarrimento, in quella casa sono depressa, vivo male le nostre difficoltà economiche perché alcuni giorni non sapevo neanche che cosa mettere in tavola da mangiare”. E al giudice per le indagini preliminari Amelia Primavera che le faceva notare di poter pagare un affitto alto e due domestiche fisse ma non il pane, Devenuto rispondeva: “Non potevo occuparmi della casa e delle figlie perché vivevo un momento terribile, lo ripeto”.

Repubblica ricorda della frase proferita da Berlusconi dopo il voto alla Camera che, il 20 luglio, concesse l’arresto per Papa. “Vergogna”, disse allora il presidente del Consiglio, “E’ una follia solo per colpire me”.