Taranto, cestello elevatore si ribalta: muoiono padre e figlio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2018 10:10 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2018 11:52
Taranto, cestello elevatore si ribalta: morti due operai (foto d'archivio Ansa)

Taranto, cestello elevatore si ribalta: morti due operai (foto d’archivio Ansa)

TARANTO – Due operai, padre e figlio, sono morti a Taranto cadendo questa mattina, martedì 13 novembre, da un cestello elevatore durante lavori di ristrutturazione di un edificio di via Galeso, al rione Tamburi. Dalle prime ricostruzioni pare che il cestello sollevato dal braccio dell’elevatore, su cui stavano operando due lavoratori, si sia ribaltato.

I sanitari del 118, giunti sul posto, hanno tentato le manovre rianimatorie, ma per i due non c’era più nulla da fare. Sul posto anche Polizia, carabinieri e i funzionari dello Spesal (Servizio di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro) dell’Asl, per ricostruire la dinamica e accertare il rispetto delle norme di sicurezza.

I due lavoravano con un’impresa della provincia di Bari impegnata nei lavori. L’incidente è accaduto in via Galeso. L’edificio dove era stato allestito il cantiere è di tre piani e si trova sulla parte finale di via Galeso andando in direzione del rione Paolo VI  e della superstrada per Martina Franca.
Secondo un primo accertamento compiuto dallo Spesal, il servizio dell’Asl che si occupa di sicurezza sul lavoro, i due operai non avrebbero avuto  la cintura di sicurezza che serve ad imbragarli alla piattaforma. Questa era stata presa a nolo per svolgere la ristrutturazione edile commissionata da privati.
 

IN AGGIORNAMENTO