Taranto. Detenuto si toglie la vita inalando del gas

Pubblicato il 22 Dicembre 2011 19:13 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2011 19:46

TARANTO – Un detenuto del carcere di Taranto e’ morto dopo essersi inalato gas dalla bomboletta che e’ data in dotazione nelle celle per la cucina. L’uomo, Cosimo Rizzo, cinquantenne, stava scontando una condanna per reati contro il patrimonio.

La notizia e’ data dall’Osapp, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria, secondo cui nelle stesse ore un altro detenuto ha tentato il suicidio impiccandosi nello stesso carcere.

In questo caso invece il detenuto e’ stato salvato grazie all’intervento degli agenti di polizia penitenziaria ed ora e’ ricoverato nel carcere di Taranto.

L’Osapp denuncia inoltre che nei giorni scorsi nel carcere di Foggia un agente penitenziario e’ stato aggredito da un detenuto che era in isolamento. L’agente ha riportato una forte tumefazione ad un occhio. Si tratta della terza aggressione del genere nello stesso carcere in pochi giorni.