Taranto, incendio nella raffineria Eni: feriti due operai

Pubblicato il 10 Ottobre 2012 17:41 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2012 18:00

TARANTO – Va a fuoco la raffineria Eni di Taranto: nell’incendio sono rimasti feriti due operai. All’origine del rogo ci sarebbe la rottura di una tubazione di dieci pollici che trasporta greggio. Gli operai hanno riportato ustioni alle mani e al viso. A quanto si è appreso, quando è scoppiato l’incendio erano in corso lavori di manutenzione su un collettore nell’area serbatoi.

Si è alzata anche una nube di fumo nero visibile in diversi punti della città: i tecnici dell’Arpa stanno verificando la natura delle emissioni. Secondo i vigili del fuoco intervenuti sul posto, la situazione ora è sotto controllo. Sono in corso indagini su modalità e cause del rogo.

I due feriti sarebbero dipendenti di una delle ditte dell’appalto Eni di Taranto. Sono stati soccorsi e condotti in ospedale nel capoluogo ionico: uno, dopo che gli è stata diagnosticata la guarigione in una quarantina di giorni, è stato condotto in un centro specializzato a Bari. L’altro è stato trasferito nel centro Grandi ustionati dell’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi dov’è ricoverato in prognosi riservata. La sua vita comunque non sarebbe in pericolo. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco del distaccamento interno e del comando provinciale di Taranto. Sono in corso accertamenti per verificare il rispetto delle condizioni di sicurezza.